Pin It

Billund: la città dei LEGO dove è permesso (anzi, obbligatorio) tornare bambini

by


Billund è una città situata nella regione di Syddanmark, nella Danimarca meridionale. Oltre ad essere una cittadina dal tipico fascino danese, Billund è una popolare destinazione turistica perché è la città dei LEGO!

Qui, nel 1932, Ole Kirk Christiansen, iniziò a produrre giocattoli in legno che chiamò “Lego”, dall’espressione danese “leg godt” (tradotto significa “gioca bene”).

Nel 1947, la produzione iniziò a basarsi sull’impiego della plastica e, col tempo, la ditta divenne famosa in tutto il mondo.

Se da piccoli giocavate sempre con i LEGO, se viaggiate con i vostri pargoletti o se, semplicemente, vi piacerebbe tornare bambini (almeno per qualche ora), non perdete l’occasione di visitare Billund durante il vostro viaggio in Danimarca.

Cosa fare e cosa vedere a Billund


Nel centro di Billund troverete sculture di arte moderna nelle varie piazzette e dei ristorantini con prezzi generalmente abbordabili. Esplorare la cittadina è molto semplice e le strade sono tutte ampie, per cui è un piacere camminare per le vie di Billund.

La chiesa della città merita senza dubbio una visita, specialmente se non siete mai entrati in una chiesa danese moderna. A differenza delle città danesi, il fascino di Billund sta nella fusione tra elementi tradizionali e moderni nell’architettura dei suoi edifici.

Passeggiando per Billund, vedrete spesso passare camion della LEGO o vi capiterà di incrociare per strada i simpatici personaggi dei LEGO a grandezza “umana”. I LEGO sono praticamente ovunque! Difatti, le due principali attrazioni di Billund sono senza dubbio LEGOLAND e il parco acquatico Lalandia.

Visitare LEGOLAND e Lalandia: divertimento per tutta la famiglia

LEGOLAND venne creato nel 1968 e fu il primo dei tanti che ora si possono trovare in vari Paesi del mondo. Questo parco tematico contiene giostre sia per bambini sia per chi bambino non lo è più da un po’, dato che alcune attrazioni sono ad alto tasso adrenalinico.

Ciò che rende LEGOLAND davvero spettacolare sono i LEGO stessi e le meraviglie che sono state costruite usandoli. C’è veramente di tutto: dalle giraffe a grandezza naturale a una ricostruzione di varie città che sembrano vive, dalla Statua della Libertà a uno shuttle della NASA. Il tutto costruito con migliaia e migliaia di mattoncini LEGO e curato nei minimi dettagli: le donne LEGO a grandezza naturale portano perfino lo smalto! La maestria e l’ingegno dei lavoratori della LEGO mi hanno lasciata a bocca aperta.

Visitare Billund, in Danimarca

Il parco è molto grande e verde, ricco di aree picnic e laghetti. Inoltre, vi sono un acquario nel quale pesci di ogni tipo e LEGO si confondono tra loro e un cinema nel quale potrete vedere film in 4D con le avventure dei personaggi LEGO.

Nel 2016, inoltre, si prepara l’apertura della “LEGO House”, un centromuseo nel quale grandi e piccini potranno scoprire di più riguardo ai loro giocattoli preferiti e dare sfogo alla propria creatività.

Visitare Billund, in Danimarca

Lalandia è il parco acquatico più grande della Scandinavia ed è aperto tutto l’anno grazie all’Aquadome, una cupola che garantisce un’atmosfera tropicale tutto l’anno. E’ l’ideale per divertirvi lanciandovi sugli scivoli, ma anche se volete rilassarvi nelle varie Jacuzzi.

Dove si trova Billund e come arrivarci

Billund si trova al centro della penisola dello Jutland (Jylland) ed è comodamente raggiungibile in aereo, dato che il suo aeroporto è il secondo più grande della Danimarca. Sul sito di Volo24 – Italia si possono trovare varie offerte low-cost per volare a Billund dall’Italia.

Attualmente, si può raggiungere Billund dai seguenti aeroporti italiani: Alghero (stagionale), Milano Orio al Serio (stagionale), Pisa (stagionale), Roma Ciampino, Trapani e Venezia – Treviso.

L’aeroporto di Billund si trova nella zona nordest della città ed è ben collegato al centro mediante un bus navetta.

Lucia D'Addezio

About 

Sono Lucia un’appassionata viaggiatrice, una fotografa per passione ed una scrittrice compulsiva. Le cose che non mancano mai nella mia borsa sono: un fornito Beauty Case, la mia fedele macchina fotografica, carta e penna. Dopo innumerevoli vagabondaggi per l’Europa ed una Laurea in Lingue e Culture Moderne per la Società dell’Informazione conseguita con il massimo dei voti, ho scelto la strada del web journalism, con qualche incursione nel mondo della fotografia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*